Scoprire un tradimento e riconoscere una bugia

Scoprire un tradimento guardandola/o negli occhi ti sembra un’ utopia? Così come scoprire se ti stanno dicendo la verità o riconoscere se un amico ti racconta bugie?

scoprire un tradimento

Conoscere come funzionano i movimenti oculari ci permette di scoprire un tradimento e non solo, le bugie e le verità che ci dicono, ma anche il modo in cui stanno mentendo e su cosa. E’ dimostrato scientificamente che il movimento degli occhi può essere connesso ai processi mentali che un individuo attua per ricordare immagini e suoni esistenti o per inventarne di nuovi. Ovviamente gli occhi non sono una prova sempre sufficiente, dato che questi potrebbero essere influenzati da più fattori soggettivi, ma rappresentano sicuramente un segnale molto forte da prendere in considerazione quando ascoltiamo qualcuno. Quando pensiamo, i nostri occhi si muovono in direzioni differenti, in base a ciò che il nostro cervello deve fare, quindi conoscendo la “leggenda” dietro i movimenti oculari basterà soffermarci sullo sguardo di chi abbiamo di fronte per conoscere cosa stà facendo la sua mente mentre parliamo, e se stà inventando delle bugie o dicendo la verità.


Lo schema base è riassunto qui di seguito:

scoprire un tradimento dagli occhi

Capire una bugia dallo sguardo

Ecco la spiegazione dettagliata delle posizioni degli occhi:

Occhi in alto a destra

Indica: Immagini visivamente costruita

Se hai chiesto a qualcuno di immaginare qualcosa che non ha mai visto tipo ‘’una giraffa verde volante’’, questa sarebbe la direzione in cui si muoveranno i suoi occhi per creare il costrutto visivo che gli hai chiesto. Ovviamente è la stessa direzione in cui si muovono i nostri occhi se dobbiamo inventare un immagine inesistente o una scena mai accaduta da raccontare a qualcuno, questo magari può essere un indizio del fatto che stiamo per scoprire un tradimento.

Occhi in alto a sinistra

Indica: Immagini ricordate visivamente

Se provi a chiedere a qualcuno “di ricordare il colore delle lenzuola con le quali dormiva da piccolo”, i suoi occhi si muoveranno in alto a destra segno che ricorda qualcosa già immagazzinato nella sua mente, è difficile, quindi, che stia mentendo se gli occhi si muovono in quella direzione.




Occhi orizzontalmente a sinistra

Indica: Suono costruito

Se hai chiesto a qualcuno di immaginare di ascoltare una voce buffa, gli occhi si muoveranno verso sinistra, in questo momento il cervello sta’ creando un suono nuovo. Gli occhi avranno questa direzione anche se qualcuno stà descrivendo un rumore che non ha realmente sentito.

Occhi orizzontalmente a destra

Indica: Suono ricordato

Se hai chiesto a qualcuno: “Ricorda il suono della voce di tua zia”, questa sarebbe la direzione dei suoi occhi ripensando ad un suono già precedentemente conservato nella sua memoria.

Occhi in basso a sinistra

Indica: Ricordo sensoriale e cinestetico

Gli occhi guardano in questa direzione se si prova a ricordare una sensazione tipo il sapore di una salsiccia o il calore del fuoco dell’ultimo falò, tutte quelle sensazioni che hanno interessato fortemente i sensi.

Occhi in basso a destra

Indica: dialogo interiore

Questa è la direzione degli occhi di qualcuno che parla con se stesso con quella vocina interiore che ti aiuta a riflettere.




Scoprire un tradimento e riconoscere una bugia: ora sai e puoi

Adesso avete gli strumenti che possono mettervi in allarme se qualcuno vi risponde a domande del tipo “dove sei stata dopo il lavoro?”, se nel rispondervi guarda anche solo per poco in alto a destra non giurerei che stà ricordando dove è stata dopo il lavoro, magari sta’ inventando una scusa per coprire qualcosa.

Se non credete alla veridicità di quanto scritto provatelo chiedendo semplicemente a qualcuno di ricorare qualcosa del passato o di inventare qualcosa o pensare alla sua canzone preferita.

In generale la cosa più conveniente da fare è, in primis utilizzare una domanda di verifica e chiedere, ad esempio, alla persona qualcosa che noi conosciamo e se lei la ricorda (quasi con superficialità), guardando se i suoi occhi guardano effettivamente verso la direzione dei pensieri “ricordati” e, dopo aver confermato ciò, fare la domanda di cui vogliamo indagare la veridicità.

Alcune considerazioni:

1) Molto probabilmente i mancini avranno lo schema invertito.
2) Lo sguardo può assumere una determinata direzione anche solo per una manciata di secondi
3) Essendo a conoscenza di questo schema ci si può allenare per non caderci mentre raccontiamo bugie
4) La pratica aiuta a decifrare le bugie

Se volete approfondire l’argomento consiglio la lettura del libro Frogs into Princes: Neuro Linguistic Programming di Blander.

Se ti interessa il linguaggio non verbare ti consiglio anche di leggere: Capire il linguaggio del corpo: da dove cominciare

Sperando che l’articolo vi sia piaciuto vi saluto e vi dò appuntamento ai prossimi trucchi di psicologia.

Related posts

Leave a Comment